Io non ho paura

Quello che è successo negli ultimi anni nella politica italiana, non viene mai raccontato dall’informazione ufficiale. In questi anni di “crisi”, abbiamo perso pezzi sempre più grandi della nostra democrazia, giustificando questa perdita con l’emergenza.

Sono state prese decisioni importanti, da individui e organizzazioni non elette da noi. Ora noi dobbiamo difendere quello che è rimasto della nostra democrazia, altrimenti molto presto non rimarrà nulla, rimarranno solamente le macerie.

 

Serve un nuovo processo culturale.

La popolazione deve raggiungere la consapevolezza di quello che sta succedendo e per raggiungere questa consapevolezza deve sapere quello che succede.

Se i media queste cose non ce le dicono, noi dobbiamo andare a cercare questo tipo di informazione da qualche altra parte.

Raggiunta questa consapevolezza, per i cittadini sarà molto più semplice sbarazzarsi che questi individui. Ma non dobbiamo rimanere nell’ignoranza.

Non dobbiamo temere, di argomentare le nostre battaglie, anche quelle che apparentemente sembrano più impossibili o sulle quali il lavaggio di cervello mediatico dell’informazione di regime, ci fa apparire agli occhi della gente, dei fanatici.

Come per esempio, l’ipotesi di uscire dall’euro. L’euro è una costruzione monetaria sbagliata. L’euro doveva essere un punto di arrivo e non un punto di partenza.

Io non ho pauraultima modifica: 2013-04-10T18:48:00+02:00da antoniovin1
Reposta per primo quest’articolo